Frequenze Monitor:
145.575 MHz FM
14.300 MHz USB

APRS Monitor:
144.800 MHz FM

Ripetitore RU3 - IR8UDE:
430.075 MHz FM
shift: +1600 KHz - Tono: 71.9 Hz

Apertura Sede:
Martedì e Giovedì
19.45 - 21.30
Sabato, Domenica e Festivi*
9.30 - 11.30 / 16.00 - 18.30

*Orario provvisorio

Sono previste anche aperture
di mattina, a cura del Presidente.
Pertanto preghiamo quanti vogliano
recarsi in sede, di contattarlo in radio
o telefonicamente. Grazie.

IBAN
IT 06 D 01030 76272 000000210058
INTESTATO A:
A.R.I. NOCERA INFERIORE
--
Ogni altra apertura della Sede verrà
comunicata via mail ai Soci oppure
sul Gruppo Ufficiale di Facebook

WEBCAM Live!

Nocera Inferiore



Banner
Mercatino Ufficiale Online della Sezione ARI di Nocera Inferiore (ver. beta)
Notice

RESISTORE PER DIPOLI 40m – 80m

Tratto da: RADIO  KIT  ELETTRONICA  n° 2 – Febbraio  2007 (pag. 42)

Questo accessorio,  o dispositivo che dir si voglia, che mi accingo a descrivere per le antenne filari sarà oltremodo utile agli OM che sono soliti praticare le freqenze basse delle HF.
E’ doveroso, inoltre,  precisare che tale accessorio è stato usato già dai tempi antichi della radio a livello professionale (Navi, Aerei, Centri radio, ecc.), ove si usavano, per la ricezione e la trasmissione, le frequenze del basso spettro delle HF.
Tale accessorio, o meglio, dispositivo, costituito da una resistenza di discreta dissipazione, pone in corto circuito i punti di alimentazione dei bracci di un dipolo.
Il valore resistivo è di 2200 ohm, e la dissipazione, in proporzione, è adeguata alla potenza di trasmissione irradiata (per i 100 W in uso fra i radioamatori la potenza di dissipazione richiesta è bassissima, circa 3 W).
Personalmente ho avuto la fortuna di vedere fisicamente questo oggetto antico e  attualmente poco conosciuto nella sua funzione sui dipoli di I8DFP (ex ufficiale marconista di marina, ed ex marconista di Napoli Radio), ed era costituito da un supporto resistivo a carbone (Antinduttivo) provvisto ai due estremi di un occhiello ove veniva fissato ai punti di alimentazione del o dei dipoli con viti e capocorda.

Leggi tutto...

 

IL BI-DIPOLO

Descrivo un dipolo bibanda con unica discesa, per chi dispone di poco spazio in terrazza, da montare ad ombrello (a X anche stretto).
Questo dipolo bibanda è stato realizzato dal sottoscritto da alcuni anni, ed è quindi in uso, da tempo, nella residenza estiva in collina.
Pur essendo stato descritto su Internet dal caro e vecchio amico I8SWZ, mi sono deciso, un poco in ritardo, a recensirlo su RadioKit Elettronica con qualche dato in più.
Il bi-dipolo è formato da elementi filari con bobine di compensazione.
I dati sono sui disegni.
I bracci sono costituiti da normale treccia in rame ricoperto, per impianti elettrici, da 2,5 o poco più.
Le bobine sono costruite con filo ricoperto da  0,8 circa di spessore rame, su supporti in PVC per uso idraulico:
Diametro  supporto PVC per i 40 m. = 32 mm.
Diametro  supporto PVC per gli 80 m. =  40 mm.
La lunghezza di tali supporti è conseguente al diametro del filo usato, anzi il mio suggerimento è quello di avvolgere prima le spire e poi tagliare il supporto in PVC.
La risonanza in frequenza delle antenne si ottiene solo e soltanto aumentando o diminuendo il numero delle spire, lasciando invariata la lunghezza della porzione filare dei dipoli, secondo le misure che consiglio.

Leggi tutto...

 

15° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE

In occasione del 15° Anniversario della nascita della Sezione A.R.I. di Nocera Inferiore, tutti i radioamatori che ne hanno reso possibile la costituzione e che hanno contribuito negli anni attraverso le proprie attività a renderla operativa sul territorio dell'Agro, sono invitati a recarsi alle ore 19.30 presso il Ristorante "HAPPY HOUR" ubicato in Via Nazionale 35 in località Angri (SA) per gustare tutti insieme un'ottima pizza preparata dal nostro amico e socio IZ8FFM.

In questa occasione, verranno ricordati anche i Soci fondatori in Silent Key che hanno contribuito al prestigio e alla diffusione della cultura radioamatoriale sul territorio dell'Agro e in ambito nazionale.

 

ALIMENTATORE 20 A CON DUE BDV67D

Tratto da: RADIO KIT ELETTRONICA  7 / 8 - 2005
(Progetto e costruzione di I8SKG)

Molti sono gli Alimentatori da 20 Ampere in uso fra i Radioamatori, sia di produzione commerciale, sia autocostruiti.
I circuiti, spesso complessi per l’uso di componenti particolari, o, molto più spesso semplici per l’uso di componenti molto diffusi e molto economici alla fonte, alla fine si presentano tutti con costi finali sostenuti. Orbene, lo scopo di noi radioamatori autocostruttori è stato da sempre quello di proporre schemi elettrici semplici, alternativi alla produzione di massa, con componentistica facilmente reperibile sul mercato, dai costi non eccessivi, affidabili, e dai risultati gratificanti. Per questo mi accingo a descrivere e a proporre ai Radioamatori, con recensione su rivista, un mio recente progetto, derivato da consultazione di data sheet dei componenti principali e di varie recensioni bibliografiche, realizzato nel giro di alcuni giorni, e solo dopo avere sottoposto il prodotto a numerose prove e tests circuitali. I componenti sono molto pochi, ed il costo finale spero sia soddisfacente per chi volesse realizzarlo, accettando, per altro, benvolentieri eventuali suggerimenti migliorativi.

Leggi tutto...

 

Manutenzione e Prove Tecniche della Windom

Domenica 26 settembre, insieme al Presidente IK8BHF e al nostro caro amico Gianluigi IZ8EWB, siamo stati in Sezione per testare una mia antenna windom autocostruita da poter utilizzare, in alternativa all'antenna verticale, in occasione del Diploma che la nostra Sezione ha organizzato per i giorni 6-7 Novembre.

Le condizioni meteorologiche non sono state favorevoli, ma incredibilmente siamo riusciti a portare a termine i nostri test senza bagnarci alternandoci negli intervalli in cui la pioggia è stata clemente. La prima operazione che abbiamo effettuato è stata quella di smontare l'antenna verticale V/UHF e di utilizzare il palo di supporto come aggancio del balun 1:6 interamente autocostruito da me con una piccola cassetta per impiani elettrici.

I test sono stati effettuati solo in 20-40-80 metri, bande che verranno utilizzate per il Diploma.

Il primo test è stato quello di posizionare l'elemento più corto nella zona alta del parco antenne e stendere invece, l'elemento più lungo verso il basso da una trentina di metri d'altezza verso un giardino a piano terra dello stabile che ospita la nostra sezione. ROS leggermente elevato sulle bande richieste ma, incredibilmente una larghezza di banda favolosa, circa 350KHz dove l'antenna risuonava perfettamente con ROS 1:1.

Nel secondo test abbiamo invertito i due elementi, ripiegando però l'elemento più lungo in quanto la superficie del tetto non era sufficiente per stendere tanti metri di cavo. Il risultato è stato eccezionale. Oltre al guadagno in ricezione e trasmissione, siamo riusciti a far risuonare le antenne nelle bande richieste anche se il ROS superava di poco l'1:2, dovuto anche alla presenza di una spira in più nel balun che creava un disadattamento non trascurabile.

Successivamente abbiamo fatto manutenzione all'antenna V/UHF e l'abbiamo rimontata sul palo di supporto.

Sicuramente, nei prossimi giorni costruirò altre due windom da testare in Sezione per verificare i risultati ottenuti.

 
Visitatori Totali
hit counter joomla
Rate this site
The DXZone.com

(with 10 = top)
Chi è online
 8 visitatori online

Firma anche tu!