Frequenze Monitor:
145.575 MHz FM
14.300 MHz USB

APRS Monitor:
144.800 MHz FM

Ripetitore RU3 - IR8UDE:
430.075 MHz FM
shift: +1600 KHz - Tono: 71.9 Hz

Apertura Sede:
Martedì e Giovedì
19.45 - 21.30
Sabato, Domenica e Festivi*
9.30 - 11.30 / 16.00 - 18.30

*Orario provvisorio

Sono previste anche aperture
di mattina, a cura del Presidente.
Pertanto preghiamo quanti vogliano
recarsi in sede, di contattarlo in radio
o telefonicamente. Grazie.

IBAN
IT 06 D 01030 76272 000000210058
INTESTATO A:
A.R.I. NOCERA INFERIORE
--
Ogni altra apertura della Sede verrà
comunicata via mail ai Soci oppure
sul Gruppo Ufficiale di Facebook

WEBCAM Live!

Nocera Inferiore



Banner
Mercatino Ufficiale Online della Sezione ARI di Nocera Inferiore (ver. beta)
Notice

RADIO-AMARCORD: Cronaca fotografica di una bella giornata di sano radiantismo.

L’altro giorno, sfogliando delle mie cartelline contenenti documenti di varia natura, con il proposito di selezionare i documenti utili da catalogare, mi sono imbattuto in un piccolo album di fotografie.
Queste poche foto pur risalendo al 1997, mi hanno ravvivato il ricordo di una domenica mattina trascorsa a montare e a smontare antenne, cavi e dipoli filari tesi tra i balconi della piazza, insieme a tanti amici radioamatori e non.


L’episodio raccontato nelle foto è la manifestazione pubblica svoltasi nell’ottobre del 1997 in Piazza Duomo a Cava dei Tirreni, organizzata dalla locale Sezione A.R.I., di concerto con l’Ufficio Comunale di Protezione Civile.

In sostanza si è trattato di una esercitazione radiocomunicazioni di emergenza, tesa a verificare la possibilità di allestire al centro di una piazza della città, una stazione radio operativa sia sulle bande HF (40 e 20 metri), sia in VHF con apparecchiature e materiali messi a disposizione dagli stessi radioamatori. Infatti grazie alla buona preparazione, siamo riusciti ad allestire il tutto in meno di un'ora. La manifestazione ha visto la partecipazione sinergica delle Sezioni di Nocera Inferiore e di Salerno e come testimoniano le foto, erano entrambe rappresentate da numerosi soci. La buona riuscita della manifestazione è stata suggellata, dopo qualche giorno, con una cenetta presso un noto locale di Nocera Inferiore a cui hanno partecipato le delegazioni di tutte e tre le Sezioni partecipanti. 
Spero di far cosa gradita a tutti coloro che appaiono nelle diverse foto, ai loro amici e parenti che avranno modo di rivedere il volto di tanti giovanotti.

 

Cordiali '73 de iw8ckz Pio.

 

CORSO DI OPERATORE DI STAZIONE RADIO AMATORIALE

L’Associazione Radioamatori Italiani - Sezione di NOCERA INFERIORE organizza, a partire da martedì 1 ottobre 2013 alle ore 19.30, il  Corso di RADIOTECNICA ed ELETTRONICA per la preparazione necessaria a sostenere l’Esame Ministeriale per il conseguimento della PATENTE DI OPERATORE DI STAZIONE DI RADIOAMATORE.

I CORSI SI TERRANNO PRESSO IL CENTRO DI QUARTIERE "A. DE NICOLA" IN VIA ACHILLE LORIA - NOCERA INFERIORE

Gli interessati possono iscriversi mediante comunicazione e-mail da inviare all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Nella richiesta di iscrizione è necessario indicare i seguenti dati:
nome e cognome, indirizzo, titolo di studio, recapito telefonico ed indirizzo e-mail.

Il calendario degli orari verrà comunicata direttamente agli interessati.

La domanda di ammissione agli esami deve essere inviata a mezzo raccomandata all’Ispettorato Territoriale Campania – Piazza Garibaldi n. 19 – Napoli – entro il 30 settembre.

Gli esami si svolgeranno presumibilmente dal 20 dicembre 2013 fino al 20 gennaio 2014, presso l’Ispettorato Territoriale per la Campania del Ministero dello Sviluppo Economico.

Per ulteriori informazioni e/o richiedere modulistica ministeriale necessaria, è possibile rivolgersi al Presidente Luigi Bartiromo al numero 347-5109633

IL CORSO E' COMPLETAMENTE GRATUITO!!!


LA MODULISTICA E' DISPONIBILE SUL NOSTRO SITO, NELLA SEZIONE "MODULISTICA MINISTERIALE"


 

Prossimi articoli a cura di IW8CKZ

Tra le novità programmate per i prossimi mesi, il Socio Pio D'Ambrosio IW8CKZ sta preparando una serie di articoli inerenti le sue esperienze radioamatoriali. Gli articoli verranno pubblicati sul nostro sito ufficiale e linkati anche nel Gruppo Facebook della nostra Sezione.

Gli articoli, riguarderanno in modo particolare, le linee di trasmissione e le antenne.

 

DETERMINAZIONE DELL'IMPEDENZA CARATTERISTICA DI UN CAVO COAX CON TDR

Salve a tutti, come preannunciato dal titolo, questo mio primo articolo riguarda la misura dell'impedenza caratteristica di un cavo coassiale, ignota perchè sulla guaina non è presente alcuna indicazione, nè sul tipo, nè sul produttore. In base alle dimensioni geometriche del cavo è sorto il ragionevole dubbio circa il valore: 50 o 75 ohm?

Il cavo oggetto della misura è di buona fattura con dielettrico espanso e doppia schermatura (fogliola di alluminio argentato e calza di rame argentato). Il conduttore centrale è in rame.

Il dubbio è sorto allo scrivente proprio a causa del diametro del conduttore centrale: più piccolo del conduttore centrale di un cavo tipo RG-213 (50 Ω) e più grande del conduttore centrale di un cavo RG-11 (75 Ω). Come sappiamo l'impedenza caratteristica di una linea di trasmissione coassiale è funzione, sia del rapporto tra i diametri dei conduttori (centrale e esterno), sia della costante costante dielettrica dell'isolante. Dato che quest'ultima non è determinabile con certezza, piuttosto che calcolare l'impedenza caratteristica in base ai parametri fisici, è sembrato più sicuro misurare direttamente l'impedenza caratteristica del cavo in esame.

In base alla strumentazione disponibile si è scelto di utilizzare il metodo TDR (Time Domain Reflectometer), il quale richiede principalmente l'utilizzo di un oscilloscopio, di un generatore di impulsi rettangolari, un trimmer resistivo di 100 Ω, un comune ohmmetro digitale, e pochi altri accessori.

 

Leggi tutto...

 

BRAUN T1000: FILTRO DI ANTENNA

PREMESSA

Questo lavoro, che mi accingo a descrivere per i lettori di RK Elettronica e i Soci della Sezione ARI di Nocera Inferiore, sembrerà quasi superfluo per un apparato di tal genere e di tal livello qualitativo.
Ma, c’è sempre un ma su tutto, anche su un apparecchio che è stato una ICONA nella storia degli apparecchi Radio Portatili con copertura continua delle gamme dai 150 Kc. ai 30 Mc.

Un attento ascoltatore delle onde corte, allorquando esplora le gamme, si accorgerà che tale apparecchio, nel traffico attuale, presenta qualche problema a causa dei ripetitori in FM 88-108 che devastano, con le notevoli potenze impiegate, le gamme delle onde corte degli apparecchi costruiti negli anni ’60, tranne quelle di qualche rara eccezione.

Il Braun T1000 presenta dei problemi di intermodulazione, e in particolare modo per chi risiede in città, sulle ultime 3 gamme, e cioè  sulle frequenze dai 12 Mc. ai 30 Mc. ove le broadcast in FM entrano, con segnale spurio, senza pudore, a disturbarne l’ascolto.
Negli anni ’60 questi inconvenienti non esistevano in quanto le frequenze FM 88 – 108, in Italia, erano riservate ai soli tre programmi RAI, che, peraltro, avevano emissioni di relativa bassa potenza di emissione, e a livello sperimentale, fino all’inizio degli anni ‘70.
Inoltre il ricevitore presenta frequenza immagine sui 16 Mc. dai 17.500 – 18 Mc.
L’apparecchio sarebbe stato perfetto se avesse avuto uno stadio in più come amplificatore accordato in alta frequenza:
In tale caso sia le stazioni in FM che la frequenza immagine avrebbero avuto una vita molto difficile nei confronti del BRAUN T1000.
La sensibiltà, in onde corte, dell’apparecchio è ottima, con buona selettività, e buon comportamento del C.A.V. (Controllo Automatico di Guadagno).
Leggermente sordino, a mio parere,  sulle onde lunghe e sulle onde medie.

 

Leggi tutto...

 
Visitatori Totali
hit counter joomla
Rate this site
The DXZone.com

(with 10 = top)
Chi è online
 7 visitatori online

Firma anche tu!