Ultima modifica: 15 Agosto 2021

Vademecum Radioamatori

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

  • D.P.R. 3 maggio 1957 n° 686 – Statuto impiegati civili dello Stato (prove d’esame)
  • D.P.R. 5 agosto 1966 – Nuove norme sulle concessioni di impianto ed esercizio di stazioni di radioamatore. (G.U. n. 15 del 18/01/1967)
  • Decreto Ministeriale 8 luglio 2002 – Nuovo Piano Nazionale della Ripartizione delle Radiofrequenze
  • Decreto legislativo 1 agosto 2003, n.259 “Codice delle Comunicazioni elettroniche” – Capo VII “Radioamatori”. (G.U. n. 214 del 15/09/2003)
  • Allegato 25 del Codice delle comunicazioni elettroniche, artt. 5 e 35
  • Allegato 26 e sub allegati (art. 134 del Codice delle comunicazioni elettroniche): “Normativa tecnica relativa all’esercizio dell’attività radioamatoriale”
  • Decreto Ministeriale 21 luglio 2005 – Modifiche all’allegato 26 del d.lgs.vo 259/2003 Codice delle Comunicazioni (G.U. n. 196 del 24/8/2005)
  • Decreto Ministeriale 5 ottobre 2018 – Piano nazionale di ripartizione delle frequenze tra 0 e 3.000 GHz. (G.U. n.244 del 19/10/2018)
  • Circolare DGPGSR/1/1/140915/F-AG (autocertificazione apparati DMR riadattati a uso radioamatoriale)
  • Circolare DGPGSR/2/2/171215/F-AG (autocertificazione apparati civili riadattati a uso radioamatoriale).
  • Decreto 1° marzo 2021 (Modifiche all’allegato n. 26 al decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, «Codice delle comunicazioni elettroniche», recante la normativa tecnica di disciplina dell’attività radioamatoriale. )

AVVISO IMPORTANTE

L’attività radioamatoriale precedentemente svolta dalla Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postali, dal Giugno 2020 è transitata esclusivamente alla DGAT (Direzione generale per le attività territoriali) e pertanto viene svolta dagli Ispettorati territoriali.

 


A) STUDIO DEL PROGRAMMA MINISTERIALE

L’accurato studio del Programma Ministeriale è un requisito fondamentale per il buon esito dell’esame. Esistono diversi testi di riferimento, ma quello più largamente diffuso è “RADIOTECNICA PER RADIOAMATORI” di Nerio Neri, edito dalla C&C (ISBN-10: 8886622015 e ISBN-13: 978-8886622011).

Documenti da scaricare: Programma di esame per il conseguimento della patente di radioamatore (SUB ALLEGATO D)


B) RICHIESTA RILASCIO PATENTE DI RADIOAMATORE CON O SENZA ESAMI

EMERGENZA CORONAVIRUS – Determina di programmazione sessione dell’esami  per l’ottenimento della patente di radioamatore per l’anno 2021

Ferme restando le disposizioni di cui all’articolo 2, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 5 agosto 1966, n.1214, sono esonerati da tutte le prove, sia scritte che pratiche, gli aspiranti al conseguimento della patente che siano in possesso di uno dei seguenti titoli:
a) certificato di radiotelegrafista per navi di classe prima, seconda e speciale, rilasciato dal Ministero;
b) diploma di radiotelegrafista di bordo, rilasciato da un istituto professionale di Stato.

Sono esonerati dalle prove scritte gli aspiranti in possesso di uno dei seguenti titoli:
a) certificato generale di operatore GMDSS, rilasciato dal Ministero;
b) laurea in ingegneria nella classe dell’ingegneria dell’informazione o equipollente;
c) diploma di tecnico in elettronica o equipollente conseguito presso un istituto statale o riconosciuto dallo Stato.

I candidati al conseguimento della patente di classe A, che abbiano superato la sola prova scritta di cui all’articolo 3, possono ottenere, a richiesta, il rilascio della patente di classe B di cui all’articolo 2.

Possono essere altresì esonerati dagli esami gli aspiranti che, muniti di licenza o di altro titolo di abilitazione, rilasciato dalla competente Amministrazione del Paese di provenienza, abbiano superato esami equivalenti a quelli previsti in Italia.

possono richiede all’Ispettorato Territoriale di competenza l’esonero dall’Esame Ministeriale utilizzando l’apposito modulo allegando la documentazione indicata nella richiesta.

Documenti da scaricare: Richiesta rilascio Patente di Radioamatore con esonero parziale degli esami

—— CON ESAMI ——

In alternativa, possono inviare richiesta di partecipazione alla prima sessione utile (solitamente nei mesi di Giugno e di Dicembre) allegando la documentazione indicata nell’istanza.

Documenti da scaricare: Richiesta rilascio Patente di Radioamatore con esami


C) RICHIESTA DI NOMINATIVO DI CHIAMATA

Dopo aver ricevuto la Patente di Radioamatore, occorre richiedere un nominativo di chiamata (I8xxx, IK8xxx, IW8xxx, IZ8xxx, IU8xxx…etc). Il nominativo di chiamata viene rilasciato direttamente dalla Direzione Generale Attività Territoriali – Divisione I del Ministero dello Sviluppo Economico, a mezzo PEC. La richiesta è effettuata in marca da bollo. Seguire le istruzioni del documento allegato.

Documenti da scaricare: Richiesta assegnazione del nominativo di chiamata


D) COMUNICAZIONE DELL’ASSEGNAZIONE DEL NOMINATIVO DI CHIAMATA ALL’ISPETTORATO TERRITORIALE PER LA CAMPANIA, AI FINI DELL’AUTORIZZAZIONE GENERALE

Ricevuta la comunicazione ministeriale circa l’assegnazione del nominativo personale di chiamata, esso verrà comunicato, a mezzo raccomandata A/R o presentata di persona, all’Ispettorato Territoriale per la Campania del Ministero dello Sviluppo Economico – Dip. delle Comunicazoni, unitamente agli allegati richiesti

Nel caso di comunicazione a mezzo raccomandata A/R bisognerà avere cura di conservare copia delle comunicazione unitamente alla ricevuta della raccomandata. Nel caso di comunicazione presentata di persona bisognerà produrre triplice copia, di cui una verrà timbrata e protocollata come ricevuta di avvenuta consegna

Documenti da scaricare: Comunicazione nominativo ai fini dell’Autorizzazione Generale


E) ATTESTATO DI AUTORIZZAZIONE GENERALE – HAREC – LEVEL A – CEPT TR 61-02

Per chi volesse fare attività radio al di fuori del Territorio Italiano in uno dei Paesi aderenti alla CEPT, è necessario richiedere l’Attestato di Autorizzazione Generale ai sensi della normativa vigente e degli accordi internazionali.

La richiesta dev’essere effettuata apponendo un bollo di 16,00 euro e allegandone un secondo che verrà applicato sull’attestato.

La scadenza dell’attestato coincide con quella dell’Autorizzazione Generale e va richiesto nuovamente con la stessa procedura.

Normativa Internazionale di riferimento: Raccomandazione T/R 61-01

Normativa italiana di riferimento: D.M. 27 Luglio 2005

Documenti da scaricare: Richiesta di Attestato di Autorizzazione Generale – HAREC – LEVEL A – CEPT TR 61-02 (SUB ALLEGATO H)


F) RICHIESTA NOMINATIVO SPECIALE TEMPORANEO (PER MANIFESTAZIONI e CONTEST)

Per eventi per i quali si volesse utilizzare un nominatico ad-hoc (Contest, Diplomi…), è possibile richiederne uno di tipo speciale limitato alla durata dell’evento, del tipo II…, IO…, IP…, IR…, IY…

Documenti da scaricare:

Richiesta Nominativo Speciale per Manifestazioni

Richiesta Nominativo Speciale per Contest


G) COMUNICAZIONE A.R.P.A. CAMPANIA (ai sensi della L.R. 14/2001, art. 1 comma 3)

I radioamatori che hanno installato una propria stazione radioelettrica devono darne comunicazione al Dipartimento A.R.P.A. Campania, ai sensi della L.R. 14/2001, art. 1 comma 3. La comunicazione dev’essere effettuata in carta semplice entro 30 giorni dall’installazione.

Normativa Internazionale di riferimento: L.R. 14/2001 (Regione Campania)

Documenti da scaricare: Comunicazione A.R.P.A. Campania


G) RINNOVO AUTORIZZAZIONE GENERALE (10 ANNI)

L’Autorizzazione Generale ha una validità di 10 anni, unitamente all’Attestato di Autorizzazione Generale di cui al punto E) del presente Vademecum. Pertanto, sarà necessario compilare il Sub Allegato A1 al Codice delle Comunicazioni Elettroniche, appositamente predisposto dal proprio Ispettorato Territoriale di competenza.

Per il rinnovo è necessario allegare:

1) Ultimi 10 anni di contributi ministeriali
2) Attestazione del canone radioamatoriale per il 1° anno di rinnovo
3) fotocopia del documento di identità in corso di validità
5 opzionale) Nello spazio finale dell’istanza, allegando una marca da bollo del valore di 16,00 e 2 fotografie formato tessera, è possibile richiedere anche il CERTIFICATO DI AUTORIZZAZIONE GENERALE di cui al punto E) del presente Vademecum.

Avviso 

Nella Gazzetta Ufficiale n. 70 del 22 marzo 2021 è stato pubblicato il decreto 1° marzo 2021 recante il nuovo regolamento (allegato n. 26 al Codice delle comunicazioni) di disciplina dell’attività radioamatoriale che introduce rilevanti novità per i radioamatori nonché la revisione della modulistica utilizzata dall’utenza e delle certificazioni rilasciate dagli Ispettorati territoriali del Ministero.

 

Decreto 1° marzo 2021 (pdf)


Per tutte le richieste si consiglia di utilizzare i formati digitali, trasmettendoli via mail o via Pec – in questo modo i tempi di attesa saranno sensibilmente ridotti

Per ulteriori informazioni, visitare il sito ufficiale del MiSE https://ispettorati.mise.gov.it/index.php/servizi/radioamatori
Link vai su